Cronaca del Centro giovanile San Giuseppe di Pașcani

Cronaca del Centro giovanile San Giuseppe di Pașcani

"...questo spazio è diventato un luogo preferito da molto giovani".


10 Ottobre 2017 alle 13h00 | 0 Invia il tuo commento!
Di Jeni Perca, Volontaria Cavanis


Andreea, P. Elcio e Amedeo.

Preparare ragazzi e ragazze per diventare buoni cristiani e cittadini onesti rappresenta una delle linee direttrice che guida l’attività del Centro giovanile San Giuseppe di Pascani, Romania. Aperto e benedetto nel ottobre 2008, in memoriam Dies Natalis di Padre Marco Cavanis questo spazio è diventato un luogo preferito da molto giovani in ricerca del progetto di Dio per la loro vita, perchè possono certamente trovare qui un buon orientamento spirituale e formativo.

Al inizio i Padri Cavanis hanno voluto molto creare un ambito scolastico classico, cioè aprire una scuola sulla terra romena, però il sistema d’insegnamento nazionale non gli lasciasse nemmeno una piccola speranza. Realizzando pian pianino che l’unico "tesoro" che l’avevano per il lavoro con i giovani era proprio il Centro, con tenacia e operosità intensa sono riusciti adesso a trasformarlo in una scuola non - formale - , in cui la persona si sta preparando per la vita, accanto ai professionisti e consulenti dei vari domeni che insegnano durante ai incontri giovanili programati. Praticamente, l’intera attività si circonda a questo principio:  la "Scuola di carità’". Per esemplificare come "colpisce" la vita dei giovani l’avvicinamento del nostro Centro Cavanis, possiamo revisionare i ultimi eventi...

Dopo 6 anni di collaborazione con i Padri, nel caso di Amedeo, ed 1 anno, nel caso di Andreea, avendo un buon accompagnamento durante questo tempo di formazione, loro hanno deciso di andare all’Università. Dopo che hanno fatto l’esame, sono stati dicchiarati ammessi: Amedeo alla Facoltà di Psicologia di Cluj e Andreea alla Facoltà di Assistenza Sociale di Iasi. Nonostante il fatto che partirano lontano di casa, vogliono entrambi continuare la collaborazione con il Centro, rimanendo ancora Volontari Cavanis, come fin’adesso.

Un’altro caso di "impronta Cavanis" nella vita dei giovani c’è la participazione di un gruppo dei nostri allievi al Seminario Internazionale svolto il 2 ottobre 2017 alla Provincia Francescana di Roman, in preparazione del Sinodo dei giovani 2018.


Dopo 6 anni di collaborazione con i Padri, nel caso di Amedeo, ed 1 anno, nel caso di Andreea, avendo un buon accompagnamento durante questo tempo di formazione, loro hanno deciso di andare all’Università.


Seminario Internazionale svolto il 2 ottobre 2017 alla Provincia Francescana di Roman, in preparazione del Sinodo dei giovani 2018.






Scrivi il tuo commento...