P. Emmanuel Kifuti Kiese, Superiore delegato della Delegazione Cavanis del Congo e Mozambico

Superiore delegato della DELEGAZIONE CONGO-MOZAMBICO il M. Rev.do P. EMMANUEL KIFUTI KIESE.
Superiore delegato della DELEGAZIONE CONGO-MOZAMBICO il M. Rev.do P. EMMANUEL KIFUTI KIESE.

Una novità importante in Congregazione: per la prima volta, l’incarico di Superiore Delegato della Delegazione del Congo RDC (ora Delegazione Congo-Mozambico) è stato affidato a un religioso Cavanis congolese, con decreto del preposito generale P. Manoel R.P. Rosa. Si tratta del Padre Emmanuel Kifuti Kiese, 5° Superiore Delegato (decreto dell’11 maggio 2021; la nomina entrerà in vigore il 30 giugno 2021).

Attualmente, i religiosi professi perpetui Cavanis congolesi (RDC) sono in numero di quindici e sono presenti e attivi nelle varie parti territoriali della Congregazione, in appoggio alle comunità locali, oltre che alle comunità di Kinshasa. 

I superiori delegati erano stati finora i seguenti: P. Antônio A. Vilasboas (2004-2006); P. Giuseppe Leonardi (2006-2014); P. Manoel R.P. Rosa (2014-2019); P. Braz Elias Pereira (2019-2021). Ora tocca al P. Emmanuel Kifuti Kiese. Da notare che il suo cognome “Kiese” significa “Gioia” in lingua Kikongo, ed è realmente una grande gioia (Kiese ya nene) sapere che la delegazione del Congo RDC (e del Mozambico), ora è affidato a un figlio di quel grande paese, il cuore dell’Africa.

Emmanuel Kifuri Kiese nacque il 11/05/86 a Kikwit, importante città della Provincia di Kwilu nel Bandundu; città situata a circa 500 km a est di Kinshasa. 

Emmanuel entrò in contatto con i padri Cavanis quando abitava a Kinshasa, nella parrocchia di St. Maurice. Da aspirante esterno (2008-9) e poi interno (con la propedeutica e la filosofia, 2009-11) passò a postulante il 16 luglio 2011; dopo aver frequentato i primi due anni di filosofia presso la facoltà St. André Kaggwa, dell’arcidiocesi di Kinahasa, assieme ai confratelli, compì l’anno di noviziato nel 2011-12. Dopo la professione religiosa temporanea (15 settembre 2012) completò il corso di filosofia con il III anno. Un anno dopo, il 5 settembre 2013 fu deciso dal preposito che frequentasse gli studi teologici a Roma, e li svolse presso la Pontificia Università Lateranense,

Il 13 maggio 2018 Emmanuel ritornò a Kinshasa per esservi ordinato prete assieme ai suoi compagni di annata. In seguito rimase a Kinshasa.

Gli giunga da queste pagine l’augurio della redazione della rivista Charitas e da tutti i religiosi Cavanis l’augurio più sincero di buon lavoro nel difficile compito, e la promessa di preghiere e di totale appoggio e di amicizia sincera e fraterna. Longonia mpé lokumu, P. Emmanuel!

Vogliamo ricordare qui il P. Braz Elias Pereira, brasiliano di Minas Gerais, che lascia l’incarico che è assunto ora da P. Emmanuel, partendo para altre imprese nel nome del Signore.

P. Elias, ordinato prete a Ortigueira il 12 dicembre 2009, accettava subito la proposta missionaria del preposito, P. Alvise Bellinato in quegli anni, e raggiunse Kinshasa il 3 febbraio 2010. Si trova dunque in Congo, a Kinshasa da più di 11 anni. Nei primi anni, dal 16 marzo 2011 fu vicedirettore (dell’Aspirantato – Postulantato, annesso alla M.A.C., essendone direttore il P. Manoel R. P. Rosa; ne diventò direttore il 10 ottobre 2012; in quell’anno gli muore il papà e, come succede ai missionari, lo pianse da lontano. 

Del 22 agosto 2013 è il decreto del nuovo preposito P. Piero Fietta che nominò P. Braz Elias Maestro dei novizi, sostituendo P. Leonardi, che diviene per quasi un anno vice-maestro, prima di essere ricondotto in Italia. P. Elias fu poi nominato Superiore delegato della delegazione Congo RDC subito dopo il 35° capitolo generale ordinario del 2019, quando P. Manoel R.P. Rosa fu eletto preposito generale e, lasciando Kinshasa, dopo 12 anni di vita missionaria in quel paese, passò a Roma.

Anche a P. Elias gli auguri più vivi per la nuova fase della sua vita, il grazie della Congregazione per il bene svolto con passione, e le felicitazioni più vive per il suo prezioso impegno nella sua vita di formatore e di responsabile della Delegazione africana. Parabéns e obrigado Padre Elias! 

P. Giuseppe Leonardi, CSChArchivista generale – Venezia