Senza dubbio questo titolo è uno slogan a effetto estremamente positivo. L’adozione a distanza o meglio il “Sostegno a distanza” corre, da sempre, tutti i rischi che corre l’amore. È un atto di fede sui bambini e su se stessi. È un atto di fiducia su delle persone e delle istituzioni che si occupano dei bambini e degli adolescenti in condizioni pesanti di abbandono o di disagio. Questa fede é figlia della gratuità solidale non negoziabile e riguarda la vita donata e ricevuta. Il dono è “a distanza”. 

Una distanza che non è affettiva ma geografica, culturale, sociale. Ma per chi ama e trasforma l’amore in aiuto, tutte queste distanze sono eliminate, l’aiuto diventa vicino, si riaccende la speranza, si riducono le barriere per una vita degna e piena, per ogni bambino del mondo.

Vuol rilanciare come proposta di solidarietà l’invito perché ciascuno si faccia solidale nell’impegno missionario educativo che l’Istituto Cavanis porta avanti in alcuni paesi del Mondo. Questo impegno può essere concretizzato adottando un bambino, una scuola Cavanis, o una istituzione che si occupa di bambini e degli adolescenti. L’aiuto è un “sostegno” sia per i bambini che per quanti aiutano i bambini nella loro crescita, in famiglia o nella scuola.

L’aiuto per la formazione dei bambini e dato anche a una Nazione intera che porterà avanti il suo sviluppo, a partire dall’educazione e dalla vita più sana e migliore di intere generazioni. Il sostegno dato ai bambini nei paesi più poveri della terra è anche una ferma denuncia contro tutte quelle cause che provocano la morte o le condizioni inumane in cui vivono milioni di ragazzi in tutto il mondo; contro l’indifferenza di molti, la malvagità di troppi che ancora usano i bambini come merce di scambio e come oggetti in uso, come cavie o come esche in guerre e guerriglie, tutte sporche e violente. 

L’adozione a distanza è un impegno a lungo respiro come ogni impegno educativo. Non è una elemosina, una beneficenza “una tantum”. É un atto morale di fortissimo contenuto etico che rispetta l’ambiente, la cultura, il ritmo di sviluppo di una persona nel suo habitat, nella sua comunità culturale e sociale. La gratuità, la libertà, l’assenza di piccoli interessi o compensazioni, caratterizzano il comportamento di coloro che “sostengono a distanza” lo sviluppo un bambino o di una istituzione. Noi adulti saremo, finalmente, umanamente degni di essere uomini proteggendo e difendendo sempre la vita.  

I padri Cavanis con le loro opere in Brasile, Filippine, Ecuador, Bolivia, Colombia, Congo-RDC, Ecuador, Romania, continuando la tradizione dei loro Fondatori, i Venerabili Servi di Dio Padre Antonio e Padre Marco Cavanis, sostengono e aiutano nella crescita umana, nell’educazione cristiana e nell’istruzione più di 11 mila bambini e adolescenti. 

Aiutali con il tuo sostegno ad…aiutare questi ragazzi! 
www.amicizialontana.org


P. Diego Spadotto CSCh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.